top of page

*Ogni contenuto è di proprietà di Alessandra Moroni e protetto da Copyright che ne impedisce la riproduzione totale e parziale in funzione delle normative vigenti.

download - 2024-03-19T094648.700.jpg

Entità parassitarie
 

Il termine deriva da parassita, che è un essere che vive a spese di un altro, in questo caso un’entità che si nutre dell’energia di un altro essere.

Noi esseri umani, in quanto energia condensata in corpi, vibriamo su vari livelli: se siamo innamorati, felici e vediamo tutto rosa, emaniamo una certa vibrazione.

Se siamo nella rabbia più nera, abbiamo subito un torto o qualcuno ci ha provocato, lo scenario cambia drasticamente e anche la nostra emanazione energetica.

Quello che emaniamo, cioè che immettiamo con i nostri pensieri nel campo collettivo, viene percepito dalle entità che vivono intorno a noi.

Se stiamo emanando rabbia, per esempio, attireremo per risonanza un’entità che vibra nella rabbia e questo potrebbe creare un ancoraggio; l’entità che vibra nella rabbia vuole ancora più rabbia e io con la mia emanazione gli sto fornendo un nutrimento.

Esistono svariate tipologie di entità che possono parassitare un corpo.

Come posso accorgermi se sono vittima di un parassitaggio energetico?

Anche qui ci sono molti segnali. Uno dei più tipici è per esempio quello che riguarda la fase del sonno.

Le persone che hanno parassitosi energetiche da entità spesso lo riscontrano nella fase onirica; fanno incubi di tipo indotto, che sono quegli incubi dai quali si ha la sensazione di non riuscire ad uscire.

Lo scenario più comune è quello della persona che tenta di scappare da qualcosa o da qualcuno, corre, ma non arriva mai, oppure tenta di gridare, ma la voce non esce.

Non è detto che tutti gli incubi siano dovuti a parassitosi energetica, ma questo tipo di incubo è particolare, perché ha anche la tendenza di ripetersi. Dopo che ti sei svegliato, ti alzi e bevi in bicchiere d’acqua e tornando a dormire ti ritrovi nello stesso incubo oppure in uno scenario simile.

Questo è un altro segnale.

Inoltre quando si tratta di un incubo indotto, spesso ci si sveglia di soprassalto, con la sensazione di cadere nel vuoto. Alcuni hanno proprio la sensazione di essere caduti dal letto!

Questo accade perché noi, o meglio, la nostra parte animica che sta vivendo quell’esperienza sul piano astrale, si accorge di essere caduta in un qualcosa di anomalo, e cerca di ritornare al livello conscio il prima possibile, ma lo fa tutto d’un botto!

Per questo la sensazione di cadere; è come se tornassimo di soprassalto in casa, spalancando le porte.

Il corpo subisce una sorta di squilibrio, che viene interpretato dalla nostra mente come senso di caduta.

Quindi cosa fare, se mi accorgo di essere in una situazione simile?

Innanzi tutto devi tornare al messaggio introduttivo che ti ho dato: tu stai emanando un’energia, un’energia di un certo tipo.

Se emani vibrazioni basse, pensieri bassi, emozioni di rabbia, odio, rancore, paura, tutte queste emanazioni si collegheranno ad energie sullo stesso piano. Perciò la prima cosa che devi fare è modificare i tuoi pensieri!

Inizia ad emanare qualcosa di diverso.

Fai un lavoro interiore se ti serve, per sciogliere quelle questioni che ti portano ad avere quel tipo di pensiero.

Risolvi la questione alla radice.

Elaborala.

A quel punto dovrai solo avere pazienza e aspettare che l’entità parassitaria si sganci da te e lo farà, perché non avrà più il nutrimento.

Puoi anche chiedere aiuto alle entità evolute, alle entità di luce. Invoca gli angeli.

Invoca l’arcangelo Mikael, che è il protettore per eccellenza tra le entità spirituali.

Fai la tua richiesta di liberazione e protezione.

Possiamo rimuovere le entità anche facendo una sessione di deparassitosi energetica, in questo caso, se senti di averne bisogno, contattami in privato e andremo a comprendere bene le cause del parassitaggio e a ripulire l’energia.

Ricordati di vibrare alto!

Alessandra Moroni

428665329_2109920582686051_1284034786067422934_n.jpg

Dialogo con gli spiriti
articolo

 

Avevo otto anni e mi trovavo nel cortile della scuola. Era una giornata di sole, ma quel giorno non volevo
giocare con gli altri bambini come facevo di solito durante la pausa ricreativa. Così mi diressi verso un’altra
area del cortile, dove c’erano grossi cilindri colorati poggiati sull’erba, nei quali ti potevi intrufolare. Mi
sedetti li dentro. Sentivo il bisogno di stare da sola, nel silenzio, nella tranquillità. Accanto a me a un certo
punto appare una figura. Un ragazzino più o meno della mia stessa età. Capelli biondi, leggermente mossi.
Un sorriso vivace. Un aspetto solare. Gli chiedo se vuole giocare con me e iniziamo a parlare e trafficare,
come si fa tra bambini. Poi un momento di pace. Ci guardiamo in silenzio per diversi minuti e iniziamo a
comunicare in un modo che non è fatto di parole, eppure accade. In lui riconosco familiarità. Sono certa che
le nostre anime si conoscono da oltre lo spazio tempo. Qualcuno ci interrompe, altri bambini si avvicinano
chiassosi. Il mio “amico” mi sorride, si volta per uscire al di fuori di quell’area giochi e lentamente svanisce,
tra i riflessi del sole. Questa fu una delle tante volte in cui mi incontrai con uno spirito dell’Oltre. A quell’età
non capii di chi si trattasse, solo con gli anni sono avvenute le presentazioni ufficiali ed ho compreso che si
trattava del mio spirito guida. Che fantasioso pensare che gli esseri umani siano le uniche forme viventi
dotate di coscienza in tutto l’universo! Ogni anima, che si incarna sulla Terra, sa che dovrà affrontare un
viaggio evolutivo intriso di sfide ed è per questo che veniamo costantemente affiancati, nel nostro viaggio,
da anime più evolute che possono guidarci. Sono esseri spirituali al servizio. Girano costantemente intorno
al nostro campo aurico. Li possiamo percepire. Entrare in sintonia con la loro energia. Imparare a dialogare
con loro e a sentire quanto amore e quanta attenzione viene riversata in ogni istante su di noi. Se solo
riuscissimo ad abbattere i muri dello scetticismo che ci pone in delle gabbie mentali, riusciremmo a sentire
la loro voce. Si, perché siamo sempre connessi con il mondo dello spirito. I nostri stessi corpi, fatti di
materia e di spirito fusi insieme, sono perfette antenne ricetrasmittenti in grado di captare segnali
provenienti dalle dimensioni più evolute. I regni in cui abitano gli angeli, i maestri, gli spiriti guida, i nostri
cari che hanno già fatto ritorno alla dimensione spirituale. Anche loro possono continuare a manifestare la
loro presenza, se trovano la porta aperta. Nel mio lavoro di medium e terapista spirituale ricevo
costantemente messaggi ed evidenze della presenza degli spiriti accanto alle persone. Durante le sessioni di
channeling, appena inizio a descrivere uno spirito guida a qualcuno, la persona sente da subito una forte
risonanza nel cuore e il suo sguardo si accende! “Sai che ho sognato un individuo fatto proprio così? Aveva
le stesse sembianze, ricordo molto bene quel sogno”. Mi dicono alcuni sorpresi. “Mi è già apparso in una
meditazione”. “Mi è familiare, mi sembra di averlo già visto in passato”. L’anima ricorda. Questi
accompagnatori invisibili ci seguono passo passo, non si perdono un solo attimo della nostra vita, anche se
ci lasciano sempre liberi di fare le nostre scelte da soli, per evolvere e nutrirci il più possibile dell’esperienza
terrena, che non è altro che un viaggio tra le dimensioni.

Alessandra Moroni

Glitter Artworks that you have to see!_e

Oltre il velo dell'illusione
messaggi dallo spirito

 

"Cavalca l'onda dell'inaspettato

sorprendi te stesso

portandoti al di fuori delle solite cose

nutri ogni cellula del tuo corpo della TUA verità

lascia affiorare in te la voglia di vivere libero

di non dipendere da nessuno

di non attendere persone,

occasioni,

conferme.

Sii la tua persona, del cuore.

Crea, la tua occasione d'oro.

Credi, in ciò che porti nel mondo.

Oltre il velo dell'illusione, lasciati navigare nel mare delle infinite possibilità e della consapevolezza di chi tu realmente sei.

Senza aggiungere né togliere nulla.

Così...

libero,

selvaggio,

vero."

unnamed (1)_edited.jpg

Spiriti guida
Maestri invisibili
articolo

 

thumbnail.jpg

Fin dalla notte dei tempi l’essere umano ricerca il contatto col Divino e attinge alle antiche sapienze, alle memorie degli avi, per giungere oltre le conoscenze ordinarie, spingendosi in un mondo impalpabile, intangibile, che sfugge ai sensi fisici. Quando entriamo in questo contatto, siamo nell’extra ordinario, nel sesto senso, in ciò che vive al di fuori della materia e che è puro spirito, autentica energia.                                                                                                                                           Gli sciamani sapevano come muoversi in questa energia, come entrare in contatto con la terra, i minerali, gli animali, lo spirito.   

Nel mondo in cui viviamo oggi questo contatto si è spento, siamo chiusi in gabbie di cemento e abbiamo perso la facoltà di percepire l’invisibile, di ascoltare il suono del vento, di captare i segnali, di osservare le stelle. Avere una guida, per chi è su un cammino di consapevolezza, è un bisogno, una necessità dell’anima. Ecco che da questa esigenza l’Universo ci viene incontro, fornendoci il sostegno di entità spirituali che svolgono il ruolo di guida e supporto. Non esiste essere umano, al di là delle sue credenze e convinzioni personali, che discenda nella materia senza una guida. Tutti, siamo costantemente indirizzati, sorvegliati e protetti. Lo spirito guida, è

un’entità che ha il compito di accompagnarci e mostrarci la strada lungo il percorso, che sia per tutto il tragitto o solo per

un tratto, in base a ciò che è stato sancito dai nostri patti sacri. E’ un’anima evoluta, il suo corpo non appartiene più alla materia ma spesso, è qualcuno che ha già camminato con noi, lungo i percorsi delle varie incarnazioni. Spesso si tratta di qualcuno che ci è stato accanto come un parente, un amico, un viandante incontrato per caso che fornisce un’indicazione illuminante, un maestro. La nostra e la sua anima già si conoscono e si parlano con un linguaggio che va oltre le parole, fatto di sensazioni, percezioni, ispirazioni. Quando uno spirito guida vuole comunicare sa come avere accesso all’anima della persona. Conosce il suo percorso, le sfide, a volte si mostra tenendo tra le mani “il libro della vita” della persona a cui sta accanto, possedendo dunque il potere di consigliarci in base al nostro bene supremo, come il più prezioso degli alleati. Il suo compito è di condurci verso i traguardi che l’anima si è imposta, spronandoci se lungo la strada ci perdiamo e reindirizzandoci quando i nostri passi stanno divergendo dal tracciato, ma pur sempre nel rispetto del libero arbitrio e delle

leggi universali. Essere in contatto con il proprio spirito guida, equivale ad avere un indiscusso vantaggio. Esistono varie tecniche e metodi, per definire un contatto, ma per riuscire a percepire il linguaggio con il quale le guide comunicano, bisogna riscoprire quel contatto con la propria natura ancestrale, riattivare le percezioni psichiche, ritornare in un profondo
ascolto del Sé e delle energie. Solo un individuo che sia ben radicato in sé e aperto a ricevere, può sentire la guida.

Viviamo, infatti, in un contesto sociale in cui siamo costantemente ipnotizzati, invogliati a consumare, a distogliere

l’attenzione da dentro e a proiettarla fuori. Quando l’attenzione, invece, ritorna dentro, siamo nel risveglio spirituale, nella trasformazione alchemica e nella fioritura dell’anima. Un’anima può sentire la voce della guida quando è ben radicata, cioè connessa nella sua profondità, quando è padrona di sé e quando è integra nei tre principi: terra, cuore e cielo.

I tre Tan T’ien. I tre regni sciamanici.
L’albero sacro, con radici ben salde nel terreno, forte nella
sua consapevolezza e con lo sguardo rivolto verso l’Alto.

Di Alessandra Moroni, pubblicazione 2020

Ombre interiori
20 Best Healing Crystals for Men _ Life-

 

Gli angeli sono Energie, Esseri di pura luce che ci sono sempre accanto, in qualsiasi momento della nostra vita.

A volte si manifestano in maniera più tangibile attraverso alcuni segni e percezioni particolari.

Ecco di seguito i modi più comuni con i quali gli angeli ci fanno sentire la loro presenza:

* Carezze: dette anche "tocchi angelici", sono vibrazioni energetiche delicate, che si percepiscono in genere vicino alla testa, e che danno la percezione di aver ricevuto una carezza, lasciando una sensazione di amorevole conforto e pace;

* Piume bianche: quando sembrano apparire dal nulla e nei posti più improbabili, sono spesso segni della presenza angelica;

* Sequenze numeriche: sono numeri in serie o anche singoli che appaiono con insistenza più volte durante la giornata e che in genere nascondono un messaggio specifico;

* Intuizioni improvvise: spesso, quando si è in uno stato di affidamento, capita di ricevere inaspettatamente un'idea illuminante o un'intuizione improvvisa che risolve come per magia una situazione a cui magari si pensava da tempo. Questi possono essere messaggi dagli angeli che comunicano telepaticamente;

* Cuori: è un modo romantico che usano spesso gli angeli, ma anche i cari trapassati, per manifestarsi facendo trovare oggetti a forma di cuore. Sono segni di amore, affetto, conforto e presenza;

* Farfalle o falene: sono in genere segnali dall'Aldilà che indicano la vicinanza di un proprio caro, oppure la presenza di angeli e spiriti guida, soprattutto quando si posano spontaneamente sul corpo;

* Messaggi da altre persone: a volte capita di stare pensando a qualcosa in particolare e sentire uno sconosciuto che parla e sembra rispondere proprio a quello a cui si sta pensando. Oppure capita di ricevere un aiuto inaspettato da parte di un passante che ci cambia la giornata in positivo e che arriva proprio al momento giusto. Anche questi sono modi di manifestarsi degli angeli che, in questi casi, si "servono" di altre persone per venire in nostro aiuto;

* Sensazioni di pace, di calore e brividi: quando all'improvviso ci si sente come avvolti in una nuvola di amore, pace, o in una sensazione di calore, senza un motivo apparente. Sono gli Esseri di luce che si stringono intorno a noi, per farci sentire la loro amorevole presenza;

* Profumi che arrivo all'improvviso: quando si ha la percezione di sentire un profumo piacevole e avvolgente, come quello del gelsomino, della rosa, di altri fiori o resine, o il profumo di un proprio caro, e non ci sono fonti nelle vicinanze dalle quali tali profumi possano provenire;

* Musiche: Gli angeli si esprimono molto attraverso l'arte e la musica, quindi anche alcune canzoni sentite "casualmente" in un determinato momento, possono celare messaggi da comprendere.

Esistono gli angeli? In che modo possono comunicare?
 

I veleni
dell'anima
messaggi dallo spirito

 

thumbnail (3)_edited.jpg

"Quando il vostro Essere si incontra con le energie che stanno al di fuori del vostro campo aurico vibrazionale, in quel momento vi state nutrendo di quelle energie esterne.

Vi nutrite continuamente perciò di relazioni: di ciò che intercorre da anima ad anima, da campo energetico vibrazionale a campo energetico vibrazionale.

Anche i vostri stessi pensieri sono un nutrimento per la vostra energia. Essi, sotto forma di ragionamenti e schemi psicologici, trasformano e variano il vostro campo vibrazionale.

Ognuno di voi nutre sé stesso attraverso le relazioni che instaura e attraverso la relazione che ha col proprio modo accogliere il pensiero, generatore di frequenze.

Si ciba continuamente di alimenti gustosi e nutrienti per l'anima oppure di tossici veleni.

Osserva la tua energia in questo momento. Chiudi gli occhi ed osserva. Stai in silenzio ad ascoltare.

Senti la qualità di ciò che è stato introdotto nel tuo corpo energetico.

Impara ad osservarti dall'interno.

Impara a portare la tua intenzione solo sul dare il meglio a te stesso!

Impara a sbarazzarti di quelle relazioni che ti stanno avvelenando l'anima!

Questi sono i veleni di cui ti parlo, amata creatura.

I veleni li introduci tu nella tua esistenza, perciò assumiti completamente questa responsabilità.

Sii un abile osservatore.

Una scaltra osservatrice.

Nutriti solo di situazioni armoniose. La tua energia vibrerà di una qualità più elevata.

Disintossicati da tutto ciò che ti causa dolore, portalo via. Lascia che vada altrove. Sbarazzatene.

Quando metterai te stesso al di sopra di tutto e gestirai responsabilmente il tuo nutrimento dell'anima, allora avrai compreso davvero quanto sei un potente manifestatore.

Avrei compreso davvero quanto sei creatore della tua stessa vita e della tua energia vitale.

Ti ringrazierai. Ringrazierai te stesso per aver compreso che continuamente influenzi la tua esistenza, nel bene e nel male.

Sii grato già da ora.

Vivi in modo consapevole la tua relazione con il mondo, con gli altri esseri e con te stesso.

Quanto stai nutrendo te stesso di amore?

Chieditelo e la tua energia ti risponderà istantaneamente.

E allora potrai decidere con responsabilità di quale delizioso banchetto cibarti oppure potrai decidere di lasciarti morire di fame.

Sta a te la scelta.

La scelta è sempre tua.

Sei tu l'artefice del tuo destino.

Sei tu che scegli.

Sei tu che crei.

Scegli il tuo nutrimento anche oggi. Anche ora.

Scegli con responsabilità."

Arcangelo Raziel attraverso Alessandra Moroni

Ancora 1
download_edited.jpg

Il femminile sacro
messaggi dallo spirito

 

"In ogni uomo e in ogni donna,

così come in ogni essere generato dalle forze universali creatrici di vita,

coesistono un maschile ed un femminile sacro. Sono situati all'interno di un cuore vibrante. Esso è chiamato il punto dell'anima, in cui l'anima emana la sua massima vibrazione.

In ogni essere, questi due elementi sacri dovranno coesistere in perfetta armonia affinché ci sia equilibrio, salute, benessere e vitalità.

Il ruolo del femminile sacro, nello specifico, è quello di inebriare l'anima di armonia e consapevolezza spirituale.

Un femminile ferito crea cicatrici all'interno dell'anima.

Bisognerà liberarsi di tutti quei vuoti che impediscono al femminile sacro di vibrare.

La società e le ombre che invadono il mondo vi hanno scavato molti solchi interiori.

Uomini che non possono accedere al loro femminile poiché vissuto come un tabù.

Donne che si convincono che agire come uomini le agevoli a livello sociale.

Esseri che non comprendono il loro femminile poiché lo valutano parte debole.

Ah, se comprendeste invece quanto potere sacro emanate quando siete nel vostro femminile!

Quando le forze sono bilanciate.

Quando non dovete eccedere né in un senso, né nell'altro.

Accogliete.

Con pazienza, con amore, ogni parte di voi. Beneditela.

Comprendete il potere del vostro femminile sacro ed esaltatelo, portandolo alla sua massima espressione generatrice. Poiché in esso è racchiuso tutto il potere creatore e manifestatore della vostra vita.

Il femminile genera, crea, manifesta.

Come una vita che nasce.

Rinchiudere questo potere, trattenerlo, rifiutarlo, significa non generare, non creare.

Perciò siate consapevoli dei vostri poteri interiori, imparate a comprenderli in profondità."

Attraverso Alessandra Moroni

Fare l'amore è meraviglioso, uno dei piacere più appaganti della vita.

Ma lo sai che quando fai l'amore con una donna o un uomo, sul livello energetico anche le vostre anime si fondono?

Questo può essere molto romantico, se hai trovato un partner affine, in un rapporto di puro amore.

Eppure , eppure...

Se il partner con cui fai sesso non è affine a te da un punto di vista dell'anima, qui potrebbero insorgere problemi.

In una società in cui il piacere è mercificato, il problema si diffonde a dismisura.

Questo perché, nella nostra società di oggi, manca la cultura spirituale e quello che un tempo era visto e vissuto come sacro, un piacere che coinvolge ogni parte dell'essere, qui acquisisce le caratteristiche di un piacere rivolto solo al corpo, che tiene a distanza il coinvolgimento del resto dell'essere.

È una divisione.

Siccome l'energia sessuale scatena potenti ritualistiche, durante un rapporto di questo livello la divisione viene amplificata al suo massimo picco.

Così, anche se l'avere molti partner sessuali ti può sembrare che faccia figo/a in realtà durante questi "rituali di divisione", in cui l'altro è una merce di scambio ed è interscambiabile con qualsiasi altro corpo, stai decretando che TU STESSO sei una merce di scambio, intercambiabile con qualsiasi altro corpo.

Perché l'universo rigira immediatamente a specchio tutto ciò che tu immetti nel campo di manifestazione.

Inoltre... C'è un inoltre...ahinoi...

Se quei partner con cui tu hai rapporti sono pesantemente parassitati e l'energia del loro campo energetico è sporca, tu ti becchi anche le loro parassitosi energetiche, con ritualistiche annesse se ce ne dovessero essere.

Sono anime che si fondono. Con i pro e con i contro.

Tutto, in questa società, ti sta dicendo a gran voce che sei solo un corpo e che gli altri sono solo corpi da sfruttare.

Hai mai ascoltato bene i testi delle canzoni? Ascoltali attentamente..."Io, che bacio lui, che bacia lei, che bacia noi, che bacia chi capita". I messaggi arrivano al tuo cervello inconscio come frecce.

Ricordati che non sei solo un corpo, ma che sei anche anima, energia, coscienza e che tutto ciò che immetti nel campo, ritorna a te.

Sesso e 
contaminazioni
energetiche
articolo

 

370185396_1994681637543280_7203082818721

La primavera sciamanica
messaggi dallo spirito

 

"Dopo il buio giunge la luce.

Questo è il messaggio simbolico che la primavera porta.

La primavera apre a possibilità che prima non si palesavano.

Come un seme che si è rifugiato durante l'inverno, penetrando nel terreno arido e trovando un modo per dare calore a sé stesso dall'interno del suo guscio, con la primavera questo seme risale verso il cielo. Da esile germoglio diviene un rigoglioso arbusto, oppure un fiore, oppure ancora diviene la massima espressione di ciò che ha racchiuso in sé.

L'inizio della primavera sciamanica coincide con il primo di marzo, a differenza dell'equinozio di primavera che rappresenta il massimo picco di espressione e forza manifestatrice. Anche se, ancora una volta, non esistono date prestabilite poiché ogni essere si apre alla sua primavera interiore nel momento in cui entra in sintonia con le sue stagioni. Che tu sia ancora nell'inverno, oppure già in una primavera rigogliosa, che sia per te un buon nuovo inizio di ciclo.

Alessandra Moroni

thumbnail (2).jpg

Molte persone, in particolare le donne, vivono con il proprio lato maschile (yang) in disequilibrio. Per maschile non mi riferisco alla mascolinità, a connotazioni caratteriali o legate alla sessualità, bensì alla componente maschile energetica. Ogni individuo difatti presenta al suo interno una componente energetica maschile e femminile, che per fare funzionare bene "il sistema" devono essere entrambe attive e lavorare in perfetto equilibrio sinergico.

Una donna con la componente maschile bassa o assente, sarà una donna insicura, che fa fatica a scegliere per sè e facilmente condizionabile. Questo tipo di squilibrio accade in genere quando c'è una figura genitoriale maschile troppo forte e autoritaria, che reprime la persona confinandola spesso in un ruolo, tipico della mentalità maschilista e gretta. Oppure, al contrario, anche quando c'è un legame parentale con un maschile assente o debole. In tal caso la persona sentirà come una mancanza, una carenza nel suo maschile interiore, portando in sè un senso di vuoto, poca fiducia e una debole capacità di imporsi, derivante proprio dal fatto che tali qualità non le sono state trasmesse dalla figura genitore maschile della famiglia di origine. La donna che presenta un maschile interiore carente potrebbe inoltre andare a ricercare questa caratteristica in un partner, per compensazione, creando spesso dei legami di dipendenza affettiva.

Quando il maschile nella donna invece è troppo forte, la donna può diventare eccessivamente autoritaria, impositiva e anche in alcuni casi aggressiva. Anche questo è un meccanismo di compensazione inconscio, che porta ad una repressione della propria femminilità, nel tentativo di corrispondere ad un ruolo, che in genere è sempre anch'esso un ruolo imposto dalla famiglia di origine.

Portare consapevolezza su queste dinamiche interiori aiuta a mantenere una stato di armonia tra le due componenti yin e yang, in modo che si mantenga una condizione di equilibro e non ci sia la tendenza a sconfinare in una condizione o nel suo opposto.

Alessandra Moroni

L'importanza dello yang nella donna
 

126482901_1290281341316650_3837372245066

Il momento
perfetto
articolo

 

Quando decidi di portare dei cambiamenti significativi nella tua vita, quel pensiero formulato incomincia già a mettere in moto un processo di cambiamento.

Magari hai già in mente da tempo di cambiare lavoro, relazione, casa, però quei progetti rimangono fermi, a volte per anni, solo alla fase di pensiero.

Poi all'improvviso, qualcosa si apre! Lo senti perché qualcosa dentro di te avverte che è arrivato il momento di andare verso una nuova energia e che l'energia della situazione precedente non è più sostenibile.

Quello è il momento in cui agire è decisivo! In cui bisogna investire tutte le energie per portare il cambiamento, per tagliare le relazioni malate e malsane, per spostarti da ruoli e da situazioni in cui senti che non stai più bene.

Ogni creazione inizia sempre a livello del pensiero e se continui ad essere fiducioso e a guardare in quella direzione, arriva il momento esatto in cui agire: non un passo prima, non un passo dopo. Perciò continua ad ascoltarti e ad ascoltare gli innumerevoli messaggi che l'universo ti manda. È un equilibrio tra l'agire, l'ascoltare e il non forzare gli eventi.

Ascolta. Ascoltati, ascolta l'universo e ciò che cosa ti sta già comunicando.

Ogni cosa al momento giusto. Ogni cosa nel momento perfetto!

Alessandra Moroni

332050148_883942302897486_23395725354760

Il cuore
messaggi dallo spirito

 

"Dare voce hai sentimenti.

Di questo vogliamo parlarvi.

Amati,

vi siete chiusi in corazze di cemento.

Vivete in città cupe.

Avete perso la vostra innata connessione.

Dove state andando?

Dove si dirige il vostro sentire?

State ascoltando solo la mente.

Avete smesso di ascoltare lo scorrere di un fiume. Il fiorire della primavera.

Vi stiamo riportando Li.

In quel sentire del cuore.

C'è uno spazio dentro di voi silenzioso. Per molti di voi sconosciuto.

Eppure siete anime che hanno viaggiato. Che hanno conosciuto luoghi dell'universo colmi di bellezza vibrante.

Perché vi siete persi in queste costruzioni della mente?

Tornate nel cuore. Tornate a casa.

A casa si torna vedendo la realtà per ciò che è.

Osservando cosa vi trattiene dall'essere liberi . Dallo sperimentare la vostra natura, senza catene.

A casa si torna sperimentando i sentimenti che nascono spontaneamente, invece di reprimerli. Invece di spegnere il vostro sentire , dovete rifiorire. Dovete esplodere, di vita.

Lasciate da parte le costruzioni, e ritornate a camminare sulle coste dei fiumi.

Immergetevi negli oceani, delle vostre interiorità.

Abbandonate i cerchi circoscritti dei ruoli sociali e apritevi a ciò che non conoscete ancora.

Siete l'esperienza del nuovo e non il vecchio copione già scritto e vissuto da altri.

Siete come foglie che si reggono a fatica su un ramo. Invece potreste essere alberi. Forti. Con radici ben radicate e salde.

Tornate nel cuore.

Smettete di elemosinare e entrate in questo spazio del cuore, dove avete a disposizione infinite ricchezze, in ogni spazio dell'essere e in ogni momento."

Attraverso Alessandra Moroni

Comunicare con amore con l'aiuto degli a

2023

 

 L'ANNO SCIAMANICO DEL SERPENTE

                                                                                             

"Il 2023 porta l'energia della guarigione con sé. Invita a guarire l'anima, a guardare all'interno, per scoprire sé stessi e          curare le ferite. Nel 2023 si viaggia ad alta velocità! Non c'è nulla di lento o stagnante, il flusso è rapido. Le relazioni        vengono rapidamente elaborate. Molti cambieranno prospettive in    amore e desidereranno novità. Altri stabilizzeranno relazioni già esistenti su livelli spirituali più elevati. Tutto è in crescita, tutto si sviluppa. Chi porta pensieri negativi ne ricava un raccolto infestante, comprendendo come certi processi siano distruttivi. Chi porta amore in sé, viene inondato di amore, e ne comprende il dono. Le direzioni e le scelte si muovono su due binari: il conosciuto e l'ignoto. Si sceglie sempre la strada più adatta.

Ogni volta che si prende una direzione, lo spirito del serpente ti aiuta a sciogliere i dubbi, se ti connetti con la sua energia e alla Creazione. Anche una strada che non produce ciò che si desidera porta comunque all'esperienza formativa.

Approfitta della rapidità di scelta e della facilità di comprensione per viaggiare verso risultati sempre più gratificanti senza indugiare. Tutto è chiaro e limpido in questo ciclo e viene visto per ciò che è: il giusto e lo sbagliato, il preferibile e il pericoloso. Ma la scelta come sempre sarà individuale e soggettiva, basata sul libero arbitrio.

Come la pelle del serpente può facilmente scivolare tra le insidie di una foresta, anche la tua anima, sostenuta da questo totem, può muoversi con destrezza: basterà ascoltare quella parte di te saggia.

Un anno che potenzialmente può portare molta crescita spirituale.

Il consiglio, in questa energia veloce e che va diritto all'obiettivo, è quello di ricercare in sé i propri desideri del cuore, per non confondersi ed andare nelle traiettorie insidiose dell'ego. Un altro consiglio è quello di approfittare di questa potenzialità congiunta alla manifestazione per raggiungere i propri risultati.

Gli sportivi, gli imprenditori, i ricercatori, avranno una spinta in più.

Chi è abituato ad una vita statica e di routine potrà sentirsi in questo ciclo un po' frastornato.

La preghiera, la meditazione, saranno armi vincenti: attiveranno immediatamente le giuste frequenze e con facilità chi vuole raggiungere picchi spirituali, riuscirà nel suo intento e si sentirà stimolato.

È importante non autosabotarsi in questo flusso del 2023 che vuole scorrere leggero. Lasciare che tutto accada con semplicità, elaborare ciò che accade attraverso una consapevolezza più alta, in questo modo si potrà godere di immensi privilegi.

Buona energia."

Dal raggio dell’Arcangelo Raphael, attraverso Alessandra Moroni

“Sono qui oggi in questo spazio di luce per inondare di luce le vostre coscienze, assopite dal peso che portate in voi.

Siate fedeli al vostro Essere spirituale e a ciò che portare nel mondo. In questo livello di coscienza, così difficile da gestire dalle vostre energie sottili. Questo mondo ha bisogno di nuova energia; avete tutti bisogno al contempo di ricaricare e rigenerare il vostro Essere, che è sottoposto a prove dolorose di resistenza ai processi interiori in espansione in questo momento sul vostro livello dimensionale.

La Terra, questa magnifica nave scuola, vi fa ancora da maestra e vi invita, invita ognuno di voi, a sacrificare il vostro ego personale in virtù di un cuore collettivo che si sta formando. Questo cuore collettivo vi sta comunicando di essere più fermi e centrati nei vostri scopi spirituali. Spazzate via, dunque, dal vostro Essere, tutte quelle forme pensiero ormai obsolete e gettatele al di fuori di voi. Non permettere al passato e a obsolete modalità, di sporcare questo vostro nuovo modo vibrante di comunicare con il Cosmo e con noi Esseri di luce. Molti di voi ritorneranno a Casa, nella loro Consapevolezza di chi sono e attiveranno la risonanza con gli scopi dell’anima. Molti altri saranno ancora in balia del mondo, dove si sentiranno sopraffatti dalle leggi terrene, queste leggi obsolete che voi stessi avete creato e che vengono alimentate dalle vostre forme di pensiero collettivo. Siate artefici dei vostri destini e non condottieri di drammi collettivi distruttivi. Recuperare quel Centro. Riconducete voi stessi a casa. La vostra casa è la vostra anima. “

Luce
canalizzazione

 

3ce535cc3b52c03781d4979bc94a2ecd_edited.

"Cominciate da ora, non rimandate.

Non tergiversate.

Siate uniti a voi stessi anziché in una separazione.

Ogni idea che arriva a voi arriva attraverso un canale ispirato.

Non rimandate più.

Siete chiamati, anime, a lottare per cio' che volete realizzare.

Ogni volta che dite a voi stessi "non posso", "non è per me", state rinunciando.

Ogni volta che cambiate idea, qualcun'altro reaIizza la vostra missione al posto vostro. Certo, ci sono anche le strade chiuse.

Lo sentirete, se è il vostro percorso.

Perciò insistete. Là dove il cuore parla, c'è una strada che si può aprire.

Chiudete solo le porte che creano dolore inutile. Lasciatele alle vostre spalle.

Ma non rinunciate a quelle porte aperte perché quelle sono il vostro scopo spirituale ed è lì che dovrete investire tutte le vostre energie.

Ricordatevi chi siete. Ricordatelo alle vostre anime. Le anime vi parlano continuamente. Ascoltare la loro voce."

Arcangelo Mikael attraverso Alessandra Moroni

Ascolto
canalizzazione

 

_3_edited.jpg
bottom of page